DECORAZIONE

Villa Camille | ABITARE IN CAMPAGNA

maggio 16, 2020

Una Meravigliosa villa di fine ‘800 nelle campagne del Biellese

 Villa Camille. Una Casa di campagna immersa nel verde, nella quale, ho avuto modo di poter realizzare decorazioni  di pregio, dalla velatura esterne fino al suo interno.

Da un progetto di recupero dell’ Arch. Valeria Sangalli Gariboldi, e’ nata una interessante e coinvolgente collaborazione.

Dapprincipio, ho eseguito un intervento di ridipintura della facciata esterna a seguito di una preliminare campionatura di colori, tale processo, mi ha così permesso di selezionare la tinta che meglio si armonizzava con il contesto paesaggistico.

Una delle tecniche pittoriche utilizzata in questo intervento è la velatura, che tramite l’applicazione di strati pittorici pigmentati semi trasparenti, ha conferito all’edificio un carattere estetico di pregio ed un effetto antichizzato, ardentemente desiderato della comittenza.

Non vi è miglior dimostrazione di ciò che s’intende per Arte del colorire se non la pratica della velatura 
(Gilberto Quarneti)

Successivamente, all’ingresso della Casa di Campagna, ho ricreato la decorazione di un paesaggio lacustre, dando così vita, alla realizzazione di un desiderio del proprietario, grande appassionato di caccia.  

Questa particolare decorazione sottolinea l’unicità della Villa, rappresentando appieno il tipico paesaggio della pianura piemontese.

Alberi velati nella nebbia si affacciano su uno specchio d’ acqua, un germano reale femmina sta per spiccare il volo, ed il maschio, al contrario si accinge ad ammarare, laddove, un ultima coppia nuota tra movenze armoniose di una natura incontaminata. 

Lo stato erboso lacustre, realizzato a colpi di pennello dapprima marcati e via via  sempre più leggeri, conferiscono profondità alla scena rappresentativa del dipinto storico, in cui, le azioni diventano narrazioni .

Un paesaggio è uno stato d’animo.
(Henri Frédéric Amiel)

Infine, mi sono dedicata alla parete retroletto di una delle camere che affacciano sul giardino.  Uno sfondo bordoux che conferisce profondità, una decorazione bianco brillante rappresentata da un fiore chiamato Soffione, dove i suoi pistilli trasportati dalla brezza, si tramutano in simboli di libertà assoluta come le rondini.

Il soffione rappresenta la metafora della vita: per fiorire bisogna intraprendere un lungo viaggio.
(Fabrizio Caramagna)

 

Villa Camille | ABITARE IN CAMPAGNA

Progetto architettonico e Direzione lavori: arch. Valeria Federica Sangalli Gariboldi
General Contractor: ECO srl
Impresa edile: FR di Francesco Ristagno
Impianti elettrici: 3Wire
Impianti meccanici: ECO srl
Interior Artist: Paola Buccafusca
Fotografie: Federica Antonelli

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply